PEGASO VELA  ASD
"Cuori di Vela" 
Tratto da Diario di Bordo


Girovaghi per il mondo ci sono i cuoridipapera, chiacchieroni e vacui, i cuoridimela, zuccherini e dissetanti, allegri e freschi come frutta buona, i cuoridipane, buoni, tiepidi e un po' sempliciotti, qualche cuordileone, coraggioso e a volte tracotante, tanti cuoridicarta, di cartamoneta s'intende, e infine noi, i cuoridivela, difficili da descrivere perché  difficili da fermare.

Forse però tale difficoltà nasce solo dal fatto che tutti ci vedano sempre da lontano, e una vela lontana parla ai desideri, più che alla mente, evoca la libertà di corse a perdifiato tra le onde, lotte etiche con gli elementi, e vento e grandine che battono.....
GALLERIA FOTO
Alcune foto delle nostre escursioni.
Ma se costoro si avvicinassero di più a una vela, a tiro di voce intendo, sentirebbero a seconda dell'ora, ridere, tintinnii di forchette e bicchieri, russare la notte, qualche battuta il giorno e per tanto tempo occhi persi nelle nuvole. E il vento, le burrasche? Beh, se capitano allora basta qualche parola sapida detta tra i denti e sguardi d'intesa, per cercare di toglierci d'impiccio quanto prima. Niente di mistico o di eroico, insomma!

Che hanno allora di diverso questi cuoridivela rispetto agli altri giramondo che intasano stazioni e agenzie turistiche?
Hanno occhi strani, si sente dire, ti guardano attraverso come se tu fossi di vetro, vedono l'orizzonte dietro te, sempre.

Ecco, questo può essere vero: guardare l'orizzonte è una nostra prerogativa, come pure sapere che esso si muove con noi, che navigare non è raggiungerlo, a portarcelo intorno a noi, senza fretta, grati quando dentro esso capitano le meraviglie della vita, d'acqua o di terra che sia. Non è l'ansia di giungere a riva, all'isola, che ci distingue: le nostre isole, le nostre terre le portiamo con nomi, dentro, ne siamo ricchi e pieni, spesso anche troppo. Perciò quando andiamo per mare ogni terra è la nostra, desiderata come una casa, amata sì, ma non troppo, proprio come una casa, che mentre ti ospita ti lega anche, che mentre ti accudisce ti limita, anche. Desideriamo le terre ma amiamo il mare, perché le terre vengono con noi e ci accompagnano, il mare no, lui non ci segue, non lo possiamo portare dentro, troppo grande! Lui ci ospita. Forse quello che proprio ci distingue dai turisti di ogni tipo è che mentre tutti in giro per il mondo si sentono padroni, e come tali si comportano, noi ci sentiamo ogni momento, ovunque, solo e sempre ospiti.

Mario Carretta
Club Velico Pegaso a.s.d.
Via Volta, 23   21046 Malnate (VA)